11 Febbraio Feb 2017 1915 16 days ago

SUPERPRESTIGE: Brindano Van der Poel e Cant

Nell’atto finale del challenge a Middelkerke 20^ vittoria dell’olandese e prima in maglia iridata della belga – Tra gli under prevale Nieuwenhuis ma il punteggio premia Hermans, trionfo dello junior Camps

Superprestige Finale2017 Copia

Middelkerke (BEL) (11/2) – Con la ventesima vittoria stagionale del campione olandese Mathieu Van der Poel (Beobank-Corendon) e la prima vittoria in maglia iridata della campionessa belga Sanne Cant (Enerherm-Beobank) si è conclusa, dopo otto prove, la trentacinquesima edizione del trofeo Superprestige di ciclocross.

Van der Poel e Cant hanno abbinato il successo parziale di Middelkerke con la vittoria nella classifica finale del prestigioso trofeo che Van der Poel aveva già vinto due anni fa, all'età di 19 anni, mentre per la ventiseienne neo iridata si tratta di una conferma piena, sia per il successo parziale di giornata che per la vittoria nella classifica finale nella categoria Elite donne, inserita nel programma del Superprestige soltanto dalla scorsa stagione.

L'ennesimo successo di Van der Poel è stato perentorio e mai in discussione malgrado l'accanita resistenza dell'iridato Wout Van Aert che per sette prove su otto del Superprestige, fatta salva quella di Spa-Francorchamps dove i ruoli si invertirono, ha dovuto accontentarsi della piazza d'onore alle spalle del suo abituale ed equivalente antagonista.

Dopo aver perso la prova iridata, anche a causa di una serie di forature, Van der Poel sembra inconsolabile e non perde occasione (è la terza consecutiva post-mondiale) per imporsi in modo risoluto ed indiscutibile, con un misto di rabbiosa rivalsa ed orgoglio ferito.

Al terzo gradino del podio, felice come se avesse vinto, il giovane Laurens Sweeck che nel corso della stagione ha più volte occupato questa posizione, che molto ambita quando in gara ci sono Van der Poel e Van Aert.

Bella e ricca di emozioni la prova Elite donne con l'olandese Sophie De Boer, vincitrice della recente Coppa del mondo, che ha conteso fino a metà dell'ultimo giro il successo alla Cant., mentre la veterana Ellen Van Loy riusciva a salvare il terzo posto che gli consentiva di occupare la seconda posizione della classifica finale del Superprestige, seppure a pari punti con la De Boer.

Per le categorie Elite donne e Juniores uomini il regolamento del Superprestige ha assegnato punteggio doppio nelle ultime due prove con la possibilità, alla fine, di scegliere i migliori sei risultati rispetto alle otto prove complessive.

Nella categoria Under 23 malgrado il suo ennesimo successo (tre prove su otto) il neo campione del mondo Joris Nieuwenhuis è rimasto sotto di tre punti rispetto al campione europeo Quentin Hermans (quattro prove il suo bottino), piazzatosi al secondo posto a 38” dal neo iridato. Terzo posto di giornata e nella classifica finale del trofeo per il giovane belga Nicolas Cleppe e conferma dello spagnolo Felipe Orts Lloret, già in evidenza alla recente rassegna iridata, giunto quarto a 1'52”.

Anche nella castegoria Juniores, così come quelle delle categorie Elite uomini ed Elite donne, il belga Jelle Camps abbinava la vittoria di giornata alla classifica finale lasciando ad oltre quindici punti il connazionale Toon Vandenbosch, giunto terzo a 45”, preceduto anche da Yentl Bekaert, alla piazza d'onore con un distacco di soli 2”.

Domani si corre ancora in Olanda ma gli appuntam,enti più importanti sono stati tutti archiviati e la chiusura della stagione (calendario internazionale Uci) avverrà ufficialmente sabato 18 febbraio con l'ultima prova del Soudal Classics che sarà possibile seguire in diretta su Bike Channel con il commento tecnico di Ilenia Lazzaro.

AlfredoVittorini

Elite uomini

1. Mathieu Van der Poel (Ola, Beobank-Corendon) 56'24”; 2. Wout Van Aert (Bel, Crelan) 20”; 3. Laurens Sweeck (Bel, Era-Circus) 30”; 4. Lars Van der Haar (Ola, Telenet Fidea) 37”; 5. Gianni Vermeersh (Bel, Steylaerts) 59”; 6. Tom Meeusen (Bel) 1'25”; 7. Vincent Baestaens (Bel) 1'46”; 8. Corné Van Kessel (Ola) 1'55”; 9. Diether Sweeck (Bel) 1'58”; 10. Klaas Vantornout (Bel) 2'03”

Elite donne

1. Sanne Cant (Bel, Enertherm-Beobank) 49'33”; 2. Sophie De Boer (Ola, Breepark) 9”; 3. Ellen Van Loy (Bel, Telenet Fidea) 1'07”; 4. Maud Kaptheijns (Ola, Steylaerts) 1'08”; 5. Nikki Brammeier (Gb, Boels-Dolmans) 1'22”; 6. Helen Wyman (Gb) 1'27”; 7. Laura Verdonschot (Bel) 1'50”; 8. Elle Anderson (Usa) 2'52”; 9. Loes Sels (Bel) 3'19”; 10. Alicia Franck (Bel) 3'40”

Superprestige Podio U23

Under 23

1. Joris Nieuwenhuis (Ola, Rabobank) 49'56”; 2. Quentin Hermans (Bel, Telenet Fidea) 38”; 3. Nicolas Cleppe (Bel, Telenet Fidea) 1'09”; 4. Felipe Orts Lloret (Spa, Ginestar) 1'52”; 5. Thijs Aerts (Bel, Telenet Fidea) 2'20”; 6. Yannick Peeters (Bel) 2'29”; 7. Gert Smets (Bel) 2'31; 8. Sieben Wouters (Ola) 2'38”; 9. Johan Jacobs (Svi); 10. Stijn Caluwe (Bel) 3'15”

Juniores

1. Jelle Camps (Bel) 43'25”; 2. Yentl Bekaert (Bel) 2”; 3. Toon Vandenbosch(Bel) 45”; 4. Tomas Kopecky (R. Ceca) 54”; 5. Arne Vrachten (Bel) 1'29”