18 Febbraio Feb 2017 2352 3 months ago

Van der Poel continua la serie vincente a Lovanio

Sesto centro consecutivo dell’olandese che supera in volata Pauwels e Sweeck, nella gara donne open Compton precede De Boer e Van Loy

Mathieu Lovanio

Lovanio (BEL) (18/2) – Sesta vittoria consecutiva, dopo la sfortunata prestazione nella prova iridata di fine gennaio in Lussemburgo, per il ventiduenne campione olandese di ciclocross Mathieu Van der Poel, il quale a Lovanio, capitale del Brabante non lontano da Bruxelles, s'è imposto allo sprint precedendo di pochi centrimetri i belgi Kevin Pauwels e Laurens Sweeck.

L'occasione è coincisa con la sesta prova del Soudal Classics, disputata con la formula open, che non prevede classifiche tra le diverse prove ma soltanto un comune sponsor centrale.

Soltanto decimo, a 58”, l'iridato Wout Van Aert che non ha raccolto il guanto di sfida lanciato subito dopo il via da Laurens Sweeck e Michael Vanthournout sui quali si sono portati poi Kevin Pauwels e Mathieu Van der Poel.

Lo stesso Van der Poel, causa un problema meccanico con conseguente cambio di bici, aveva perso il contatto con gli attaccanti ma con grande impegno e determinazione è riuscito a recuperare 15” di ritardo per poi rimontare, in volata, Sweeck che era partito con un certo anticipo e contenere il tentativo di recupero di Pauwels.

A sua volta Vanthournehout, pur avendo perso il contatto con i compagni di fuga nelle battute finali, riusciva a conservare la quarta posizione rispetto al gruppetto degli inseguitori composto da Jim Aernouts, Tom Meeusen e Vincente Baestaens.

Al di sotto delle aspettative la prestazione di Lars Van der Haar (9° a 40”) mentre l'iridato Van Aert è apparso sottotono, scarico anche mentalmente, gratificato dalla riconquista di quella maglia iridata con la quale, finora, non è riuscito a vincere.

L'uiltima occasione resta quella di domani a Oostmalle, ancora in Belgio, che chiuderà ufficialmente la stagione internazionale del ciclocross 2016/2017. Non sappiamo se vi prenderà parte. In ogni caso non sembra nella condizione psico-fisica per potersi imporre.

Nella prova open femminile di Lovanio, città celebre per le sue università, dodicesimo successo stagionale, l'unico in Europa, per la trentottenne campionessa statunitense Katherine Compton, che ha saltato a metà gara la sua coetanea belga Ellen Van Loy (alla fine terza) e contenuto il tentativo di recupero dell'olandese Sophie De Boer che questa gara l'aveva vinta lo scorso anno. Da segnalare il quarto posto della ventenne belga Alicia Franck, prima della categoria Under 23.

Per mancato accordo sull'ingaggio non aveva preso il via l'iridata Sanne Cant mentre altre assenze di rilievo, tra le altre, erano quelle delle olandesi Marianne Vos e Thalita De Jong, impegnate nella preparazione per l'attività su strada.

Domani si chiude dopo una stagione intensa durata quasi sei mesi.

A bocce ferme faremo qualche riflessione ad ampio raggio dando anche uno sguardo al calendario reso ufficiale dall'Uci per la stagione 2017/2018.

Alfredo Vittorini

Open uomini

1. Mathieu Van der Poel (Ola, Beobank-Corendon) 57'41”; 2. KevinPauwels (Bel, Marlux) st; 3. Laurens Sweeck (Bel, Era-Circus) st; 4. Michael Vanthourenhout (Bel, Marlux) 20”; 5. Gianni Vermeersch (Bel, Team Steylaerts) 26”; 6. Jim Aernouts (Bel) 29”; 7. Tom Meeusen (Bel) 31”; 8. Vincent Baestaens (Bel) st; 9. Lars Van der Haar (Ola) 40”; 10. Wout Van Aert (Bel) 58”

Open donne

1. Katherine Compton (Usa, Trek) 40'17”; 2. Sophie De Boer (Ola, Kalas) 22”; 3. Ellen Van Loy (Bel, Telenet Fidea) 28”; 4. Alicia Franck (Bel) 39”; 5. Loes Sels (Bel, Telenet Fidea) 1'05”; 6. Joyce Vanderbeken (Bel) 1'51”; 7. Karen Verbestraeten (Bel) 2'07”; 8. Denise Betsema (Bel) 2'26”; 9. Pauline Delhaye (Fra) 2'49”; 10. Lindy Van Anrooij (Ola) 3'22”