11 Febbraio Feb 2018 2119 7 days ago

SUPERPRESTIGE: Van der Poel ipoteca il Trofeo 2018

Anche l’iridata Cant può coronare una stagione straordinaria – Brava Arzuffi, nella Top Five della challenge

Mathjeu 11Feb

Hoogstraten (BEL) (11/2) – Vincendo la settima e penultima prova del Trofeo Superprestige il campione europeo di ciclocross Mathieu Van der Poel ha messo una grossa ipoteca sulla classifica finale del prestigioso trofeo in vista dell’ultima prova di domenica prossima a Middelkerke, ancora in Belgio, che coinciderà con la chiusura ufficiale della stagione ciclocross 2017/2018, calendario Uci.

Nell’albo d’oro del trofeo, dove figura anche sua padre Adrie, il giovane Mathieu andrebbe ad emulare, con tre successi consecutivi, fuoriclasse della disciplina come Roland Liboton e Radomir Simunek.

L’iridato Wout Van Aert, che partiva con un punto di vantaggio su Van der Poel, non riusciva a contenere i ripetuti attacchi del suo abituale antagonista e scivolava alla fine in sesta posizione, preceduto anche da Laurens Sweeck, Davide Van der Poel (fratello maggiore di Mathieu), Michael Vanthourenhout e Tim Merlier. Ora la situazione si è capovolta e Mathieu ha quattro punti di vantaggio sul suo amico-rivale Wout.

Alla fine particolarmente felice papà Adrie Van der Poel che ha registrato l’ennesimo successo di Mathieu, nell’occasione accompagnato sul terzo gradino del podio dal fratello David. Davvero una famiglia speciale quella dei Van der Poel, se si considera che nel quadro famigliare va incluso anche il popolare campione francese Raymond Poulidor, nonno per parte materna di Mathieu e David.

Ha sfiorato i primi punti del Superprestige (assegnati in ogni prova dal primo al quindicesimo) l’ex tricolore Gioele Bertolini, diciannovesimo a 1’59” dal dominatore della gara.

Nella categoria Elite donne la belga Sanne Cant e l’olandese Maud Kaptheijns partivano a parità di punteggio, situazione emersa dopo la sesta prova disputata in notturna a Diegem alla fine dello scorso mese di dicembre.

L’iridata, vincente anche ieri a Lille (la sua città) attaccava fin dal primo giro e proseguiva in solitudine fino all’arrivo. Alle sua spalle si contendevano le piazze d’onore del podio Kaptheijns e la britannica Helen Wyman, giunte nell’ordine rispettivamente a 28” e 51” dalla Cant.

Brillante la prestazione della nostra Alice Maria Arzuffi, giunta sesta, a soli 4” dalla top five. Con questo piazzamento la nostra giovane rappresentante passa dalla sesta alla quinta posizione della classifica finale avendo scavalcato la belga Ellen Van Loy, giunta oltre la decima posizione (nella foto la giovane azzurra).

Un solo punto ora divide la campionessa del mondo Cant dalla Kaptheijns e la vittoria nella classifica finale del prestigioso trofeo della belga costituirebbe il coronamento di una stagione eccezionale, un grande slam più unico che raro nell’ambito della sua categoria.

Tra gli Under 23 il neo iridato Eli Iserbyt non ha avuto grosse difficoltà ad imporsi, stante anche l’assenza del britannico Tom Pidcock, suo principale antagonista in recenti occasioni. Per Iserbyt è stata l’unica partecipazione stagionale, come Under 23, ad una prova del Superprestige, quindi non aveva interesse per la classifica del trofeo che vede tuttora al comando Sieben Wouters con sei punti di vantaggio su Adam Toupalik.

Nella categoria Juniores vittoria del campione olandese Ryan Kamp.

Alfredo Vittorini

Eliite uomini

1. Mathieu Van der Poel (Ola) 59’33”; 2. Laurens Sweeck (Bel) 22”; 3. Davide Van der Poel (Ola) 30”; 4. Michael Vanthourenhout (Bel) st; 5. Tim Merlier (Bel) 32”; 6. Wout Van Aert (Bel) 36”; 7. Toon Aerts (Bel) 39”; 8. Gianni Vermeersch (Bel) 41”; 9. Tom Meeusen (Bel) 47”; 10. Wiietse Bosmans (Bel) 1’04”; 19. Gioele Bertoliini (Ita) 1’59”

Arzuffisuperprestige 11Feb

Elite donne

1. Sanne Cant (Bel) 40’26”; 2. Maud Kaptheijns (Ola) 28”; 3. Helen Wyman (GB) 34”; 4. Ceylin Del Carmine Alvarado (Ola) 51”; 5. Annemarie Worst (Ola) 58”; 6. Alice Maria Arzuffi (Ita)1’04”; 7. Kim Van den Steene (Bel) 1’08”; 8. Nikki Brammeier (GB) 1’11”; 9. Elle Anderson (Usa) 1’30”; 10. Loes Sels (Bel) 1’41”

Under 23

1. Eli Iserbyt (Bel) 48’27”; 2. Thijs Aeerts (Bel) 29”; 3. Jens Dekker (Ola) 47”; 4. Adam Toupalik (R. Ceca) 1’09”; 5. Yannick Peeters (Bel) 1’21”