18 Febbraio Feb 2018 0945 3 months ago

SUPERPRESTIGE: Van der Poel e Cant chiudono in bellezza

Nell’ultima prova a Middelkerke gerarchie confermate, Arzuffi costretta al ritiro è sesta assoluta, tra gli under vince Pidcock, tra gli juniores Vandeputte

Superprestige Ultima2018

Middelkerke (BEL) (17/2) – Con l’ottava ed ultima prova del Trofeo Superprestige, disputatasi come da tradizione a Middlkerke, cittadina belga di circa ventimila abitanti sita nella provincia fiamminga delle Fiandre Occidentali, il calendario internazionale ciclocross Uci ha ufficialmente concludo la stagione 2017/2018, iniziata nei primi giorni del mese di settembre 2017.

Assente l’iridato Wout Van Aert, pago della riconquista del titolo e determinato a preparare la partecipazione alle classiche di primavera (in particolare Giro delle Fiandre e Parigi-Roubaix), il campione europeo Mathieu Van der Poel ha agevolmente collezionato il suo ventinovesimo successo stagionale e confermato il suo terzo successo consecutivo nella classifica finale del Superprestige, al pari di Roland Liboton e Radomir Simunek, figure emblematiche di questa spettacolare disciplina del ciclismo.

Van Aert, che comunque aveva messo al sicuro la sua seconda posizione in classifica, era l’unico che (almeno in teoria) poteva contendere la vittoria finale a Van der Poel, anche se doveva recuperare quattro punti di svantaggio, cosa non facile.

Pur giungendo sesto Laurens Sweeck ha conservato la terza posizione nella classifica finale mentre sul podio di quest’ultima prova Tim Merlier e Michael Vanthourenhout, entrambi belgi, hanno occupato le piazze d’onore. Venticinquesimo Gioele Bertolini, alla sua prima stagione nella categoria Elite, compreso nel ristretto cast di coloro che sono ingaggiati per tutte le prove del Superprestige.

Con le sei vittorie di tappa di questa edizione trentaseiesima edizione del Superprestige il campione olandese si è portato a diciannove successi parziali complessivi, superando così il nostro Daniele Pontoni che ha un palmares personale di due successi finali e diciotto parziali.

Nella prova Elite donne un solo punto separava in classifica l’iridata Sanne Cant dall’olandese Maud Kaptheijns ed in effetti le due atlete si sono date battagli fin dalla partenza ma alla fine la resistenza e la classe della belga ha avuto la meglio. Al terzo posto la giovane belga Laura Verdonschot mentre la nostra Alice Maria Arzuffi era costretta al ritiro da irreparabile incidente meccanico. Nella classifica finale l’azzurra scivola dalla quinta alla sesta posizione. Complessivamente una stagione più che positiva che ha evidenziato le notevoli potenzialità della nostra giovane rappresentante.

Per quanto riguarda Sanne Cant (iniziò a praticare il ciclocross con il gruppo sportivo Guerciotti) essa conclude, trionfalmente, una stagione eccezionale con la conferma del titolo mondiale, dopo quelli di campionessa nazionale e continentale e la classifica finale della Coppa del mondo.

Nella categoria Under 23 il britannico Tom Pidcock collezionava la sua quarta vittoria su cinque prove disputate precedendo di 13” l’iridato Eli Iserbyt e di 21” l’olandese Jens Dekker, secondo nella classifica finale (a pari punti col ceco Adam Toupalik) a soli due punti dal vincitore Sieben Wouters.

Tra gli Juniores a Tomas Kopecky, rappresentante della Repubblica Ceca, bastava il secondo posto per aggiudicarsi la classifica finale mentre il successo di tappa andava al belga Niels Vandeputte.

Ricordiamo che nell’albo d’oro del Superprestige figurano i nostri campioni Daniele Pontoni (due volte) e Luca Bramati e nove prove si disputarono a Roma (Gp Spallanzani), cinque a Silvelle (Gp Selle Italia) e cinque a Milano (Gp Guerciotti). Non a caso, per importanza, viene subito dopo la Coppa del mondo.

Alfredo Vittorini

Elite uomini

1. Mathieu Van der Poel (Ola, Corendon-Circus) 1h17”; 2. Tim Merlier (Bel, Crelan-Charles) 15”; 3. Michael Vanthourenhout (Bel, Marlux) 19”; 4. Tom Meeusen (Bel, Corendojn-Circus) 34”; 5. Lars Van der Haar (Ola) 39”; 6. Laurens Sweeck (Bel) 48”; 7. Toon Aerts (Bel) 1’; 8. David Van der Poel (Ola) 1’13”; 9. Kevin Pauwels (Bel) 1’23”; 10. Jim Aernouts (Bel) 1’40”; 25. Gioele Bertolini (Guerciotti Selle Italia Elite) 4’57”

Elite donne

1. Sanne Cant (Bel, Corendon-Circus) 40’23”; 2. Maud Kaptheijns (Ola, Crelan-Charles) 12”; 3. Laura Verdonschot (Bel, Marlux) 48”; 4. Ceylin Del Carmine Alvarado (Ola, CorendonCircus) 50”; 5. Loes Sels (Bel, Crelan Charles) 52”; 6. Kim Van de Steine (Bel)1’08”; 7. Ellen Van Loy (Bel) 1’41”; 8. Joyce Vanderbeken (Bel) 1’47”; 9. Jolien Veerschueren (Bel) 1’55”; 10. Nikki Brammeier (GB) 2’’03”

Under 23

1. Thomas Pidcock (GB) 49’41”; 2. Eli Iserbyt (Bel) 13”; 3. Jens Dekker (Ola) 21”; 4. Tom Vandenbosch (Bel) 36”; 5. Thijs Aerts (Bel) 57”

Juniores

1. Niels Vandeputte (Bel) 44’06”; 2. Tomas Kopecky (R. Ceca) 14”; 3. Pim Ronhaar (Ola) 28”; 4. Wietse Meeusen (Bel) 33”; 5. Jarno Bellens (Belò) 38”