9 Ottobre Ott 2018 1701 2 months ago

BRICO CROSS: Anche Lorenzo Masciarelli sugli scudi a Ronse

Domenica scorsa l'allievo figlio d'arte si è imposto all'olandese Kopecky e al belga Harteel – Anche Del Grosso nella top five

Masciarellilorenzo

Ronse (BEL) (7/10) - Come abbiamo evidenziato nella breve sintesi di domenica scorsa relativa alla gara internazionale di ciclocross “Gran premio Mario De Clercq”, prova del Brico Cross, disputatasi a Ronse (Belgio) la giovane Maria Alice Arzuffi, cresciuta nel vivaio del team Selle Italia Guerciotti, dall’anno scorso approdata al team belga Steylaerts, ha conteso il successo nella gara Elite donne alla olandese Marianne Vos, sette volte campionessa del mondo nel ciclocross.

Nell’evidenziare tempestivamente la bella prova dell’azzurra e l’ennesimo successo di Mathieu Van der Poel sull’iridato Wout Van Aert ci era sfuggito di segnalare, e ce ne scusiamo, che in quel medesimo contesto agonistico aveva centrato il suo primo bersaglio stagionale l’allievo Lorenzo Masciarelli, abruzzese, figlio dell’ex professionista Simone Masciarelli.

Il giovane Lorenzo, in forza al team “Doltcini Cycling”, ha preceduto di 8” l’olandese Matyas Kopecky e di 13” il campione belga della categoria Jelle Harteel.

Nella top five anche Tibor Del Grosso (a 22”), compagno di squadra di Masciarelli e l’altro belga Mauro Delme, con lo stesso tempo.

Il nostro ragazzo, agile e scattante in salita, è partito al secondo giro guadagnando fino a venti secondi che ha poi gestito con grande determinazione fino all’arrivo.

Continueremo a seguire l’attività internazionale di Lorenzo con tutta l’attenzione che merita, prendendo atto che altri corridori italiani, già affermati nelle categorie superiori, hanno assunto impegno di prendere parte a tutte le prove del Trofeo Superprestige che partirà con la prima prova domenica prossima a Gieten, in Olanda, valevole per il Memorial Radomir Simunek.

Questa gara, che si disputa dal 1976, è l’unica delle otto prove che ha svolgimento fuori dal Belgio.

Nel cast del Superprestige, giunto alla sua trentasettesima edizione, sono compresi - con regolare contratto per tutte le otto prove - Gioele Bertolini (Elite) e Jakob Dorigoni (Under 23), oltre Eva Lechner e Maria Alice Arzuffi (Elite donne).

La novità di questa edizione è la disputa delle gare open maschili e femminili (Elite ed Under 23 insieme). In ogni caso con classifiche separate per gli Under 23.

Alfredo Vittorini