13 Ottobre Ott 2018 2133 7 days ago

RAPENCROSS: Soete e Cant in evidenza

Brava Arzuffi, quarta, serio incidente a Van der Poel con sospetta frattura della caviglia destra

Arzuffi Sannelokoren

Lokoren (BEL) - Il ventiquattrenne belga Daan Soete (Pauwels-Sauzen) ha vinto a Lokeren, in Belgio, il ciclocross internazionale denominato “Rapencross”, quarta prova del “Brico Cross”, precedendo di 5” il suo compagno di squadra Laurens Sweeck e di 10” Toon Aerts (Telenet Fidea), vincitore delle prime due prove di Coppa del mondo disputatesi recentemente negli Usa

Vittima di una foratura il campione del mondo Wout Van Aert ha chiuso al sesto posto con un distacco di 1’57” rispetto al vincitore, mentre il campione europeo Mathieu Van der Poel, caduto pesantemente nel corso del primo giro, quando era al comando della gara, era costretto al ritiro.

Il fuoriclasse olandese, suo malgrado, è stato portato in ospedale per sospetta frattura della caviglia destra.

In ogni caso (si spera in una diagnosi di distrazione o distorsione)è esclusa la sua partecipazione alla prima prova del Trofeo Superprestige in programma domani a Gieten, in Olanda, valevole per il ” Memorial Radomir Simunek”.

Ricordiamo che Simunek, al quale è dedicata la gara, vinse proprio a Gieten il campionato mondiale professionisti nel 1991 precedendo, in una volata a due, il mitico AdrieVan der Poel che qualche anno, sposando la figlia di Raymond Poulidor, dopo diventerà il papà di David e Mathieu suoi degni eredi nella pratica del ciclismo.

Nella gara Elite donne la campionessa del mondo Sanne Cant (Corendon) ha colto il suo secondo successo stagionale, dopo quello recente di Meulebeke, lasciandosi alle spalle nel corso dell’ultimo giro le connazionali Laura Verdonschot (Marlux”), giunta a 7” e Loes Sels (Pauwels-Sauzen) a 11”.

Nella top five la giovane italiana Alice Maria Arzuffi (Steylaerts) a 45” e l’irriducibile veterana belga Ellen Van Loy a 1’22”.

La Arzuffi, già due volte seconda in questo primo scorcio di stagione, sta confermando sempre di più, in ambito internazionale, le sue eccellenti attitudini per il ciclismo fuori strada.

Nella categoria Under 23 il belga Toon Vandenbosch ha preceduto di 10” ilsuo connazionale Jarno Bellens (a 10”) el’elvetico Loris Rouiller (a 15”).

A proposito della categoria Under 23 segnaliamo che nelle prove del Superprestige correranno con gli Elite (prova open) ma ai finidel monte premi parziale e finale sarà fatta una classifica a loro riservata.

Alfredo Vittorini

Elite uomini

1. Daan Soete (Bel, Pauwels-Sauzen) 1h01’58”; 2. Laurens Sweeck (Bel, idem) 5”; 3. Toon Aerts (Bel, Telenet Fidea) 10”; 4. Michael Vanthourenhout (Bel, Marlux) 35”; 5. Giamin Vermeersc (Bel, Steylaeerts) 41”; 6. Wout Van Aert (Bel) 1’57”; 7. Jim Aernouts (Bel) 2’17”; 8. David Van der Poel (Ola) 2’57”; 9. Thijs Aerts (Bel) 3’03”; 10. Vincent Baestaens (Bel) 3’25”

Elite donne

1. Sanne Cant (Bel, Corendon-Circus) 47’50”; 2. Laura Verdonschot (Bel, Marlux) 7”; 3. Loes Sels (Bel, Pauwels-Sauzen) 11”; 4. Alice Maria Arzuffi (Ita, Steylaeerts) 45”; 5. Ellen Van Loy (Bel, Telenet Fidea) 1’22”; 6. Nikki Brammeier (Gb) 1’43”; 7 .Joyce Vandeerbeklen (Bel) 1’52”; 8. Kim Van de Steene (Bel) 2’24”; 9. Anna Kay (Gb) 2’45”; 10. Manon Norbert Riberolle (Fra) 3'07”