20 Ottobre Ott 2018 1128 one month ago

CICLOCROSS UCI: Van Aert e Sels ad Ardooie

L’iridato vicino alla forma migliore, la belga precede Van Loy e Compton

Vanaert Podiodonne

Ardooie (BEL) (18/10) - L’iridato Wout Van Aert (Cibel-Cebon Offroad) ha colto il suo primo successo stagionale ad Ardooie nella 34^ edizione del “Kermiscross, gara internazionale open di ciclocross che ha preceduto di due giorni la seconda prova del Trofeo Superprestige (sabato a Boom, in Belgio) e di tre giorni la terza prova di Coppa del mondo (domenica a Berna, in Svizzera), quest’ultima aperta anche alle categorie Juniores ed Under 23 non comprese nelle prime due prove disputatesi negli Usa.

Assente il suo grande rivale, l’olandese Mathieu Van der Poel (Corendon-Circus), per Van Aert l’importante era vincere questa gara per il terzo anno consecutivo, dopo sei secondi posti collezionati in questo scorcio di stagione , e l’obiettivo è stato raggiunto in modo speculare controllando la gara che si à disputata su un circuito facile, poco selettivo.

In ogni caso a metà gara il campione del mondo ha iniziato una progressione graduale rispetto alla quale il solo Gianni Vermeersch (Steylaerts-777) riusciva a stargli a ruota per arrendersi poi in prossimità dell’arrivo e concludere alla piazza d’onore a 3” da Van Aert.

Al terzo gradino del podio l’ex campione europeo Toon Aerts (Telenet Fidea Lions), giunto a 6”, vincitore delle prime due prove di Coppa del mondo negli Usa lo scorso mese di settembre.

Nella top five Michael Vanthourenhout ed Eli Iserbyt (a 20”), entrambi del team Marlux.

“Questa vittoria, in ogni caso, mi da fiducia per il prossimo week end”, ha dichiarato Van Aert all’arrivo. “Non ho ancora la migliore condizione, ma è sempre bello vincere, ne sentivo il bisogno. Per essere onesto devo dire che non sono ancora al livello di forma che ha Mathieu Van der Poel, ma poco a poco, passo dopo passo, arriverò ad essere molto competitivo”.

Nella gara open donne, assente la campionessa del mondo Sanne Cant il successo, anche in questo caso primo della stagione, è andato alla belga Loes Sels (Pauwels-Sauzen) la quale precedeva di 7” la sua connazionale Ellen Van Loy (Telenet Fidea), di 9” l’americana Katherine Compton e di 16” la britannica Nikki Brammeier. Al quinto posto (a 53”) Kim Van de Steene, belga come la Sels e la Van Loy.

Sabato nella seconda prova del Trofeo Superprestige non ci saranno defezioni importanti: il campione europeo Mathieu Van der Poel e la sua connazionale Annemarie Worst (iridata Under 23 lo scorso anno) saranno chiamati a difendere le rispettive leadership, avendo rispettivamente Wout Van Aert e Marianne Vos in seconda posizione, pronti a cogliere l’occasione favorevole.

Un ben assortito quartetto di atleti italiani sarà della partita nella prova di Boom, in Belgio: Gioele Bertolini e Jakob Dorigoni (4° di categoria a Gieten) saranno al via della gara open maschile mentre Alice Maria Arzuffi (terza a Gieten) ed Eva Lechner (11^ a Gieten) saranno sicure protagoniste di quella open femminile.

Subito dopo la gara di Boom trasferimento dal Belgio (Superprestige) alla Svizzera (Coppa del mondo) per coloro che saranno impegnati in entrambe le gare. Un abbinamento, con intervallo temporale di sole ventiquattro ore complicato ma inevitabile, specie per i big della disciplina, quelli abitualmente impegnati su più fronti.

Alfredo Vittorini