31 Dicembre Dic 2018 1046 16 days ago

SUPERPRESTIGE: Vola Van der Poel a Diegem

Sei centri su sei gare per il campione europeo, Lechner grande protagonista della gara femminile vinta da Sanne Cant

Vdp Cant Diegem

Diegem (BEL) (30/12) – Sei su sei, ovvero un filotto completo per Mathieu Van der Poel in questa trentasettesima edizione del Trofeo internazionale Superprestige di ciclocross, l’importante challenge seconda soltanto alla Coppa del mondo.

Il campione europeo si era già imposto nelle precedenti cinque prove di Gieten, Boom, Ruddervoorde, Asper-Gavere, Zonhoven e si è confermato a Diegem, nella spettacolare prova in notturna dove aveva già trionfato quattro volte consecutive, la prima nel 2014 quando aveva soltanto diciannove anni ed era passato Elite, su deroga dell’Uci, saltando quindi la permanenza nella categoria Under 23.

In questa occasione il fuoriclasse olandese ha trovato un ostacolo imprevisto, nel corso del quarto giro, quando un addetto dell’ organizzazione con un movimento incauto, per raccogliere un paio di occhiali, ne provocava la caduta che, per fortuna, non causava seri danni, salvo un momentaneo stordimento.

Van der Pooel non tardava a riprendersi e recuperare la posizione di testa, momentaneamente rilevata da Michael Vanthourenhout. Quest’ultimo in ogni caso offriva un’eccellente prestazione tanto da riuscire a mantenere, sulla scia dell’olandese volante, la seconda posizione mentre Toon Aerts coglieva la terza posizione anticipando il suo compagno di squadra Lars Van der Haar ed il campione del mondo Wout Van Aert.

Discreta prestazione dei due nostri corridori in gara, Gioele Bertolini (ventesimo) e Jakob Dorigoni (trentatreesimo), entrambi in rappresentanza del team Selle Italia Guerciotti Elite. Nella classifica separata per gli Under 23, guidata dal britannico Thomas Pidcock, Dorigoni risulta in quinta posizione.

Nella classifica open del trofeo Van der Poel ha incrementato il suo vantaggio su Aerts, portandolo a dieci punti. Le ultime due prove sono previste a febbraio, dopo i campionati del mondo, quindi per il momento tutto resta così com’è.

Nella gara open donne la tricolore Eva Lechner è stata la grande protagonista andando in fuga fin dall’inizio con la campionessa europea Annemarie Wost, per proseguire poi con un assolo spettacolare che è stato sventato proprio in vista del rettilineo d’arrivo. Esausta la bolzanina non ha potuto reagire nella volata a quattro che premiava l’iridata Sanne Cant e consentiva il podio alla Worst ed alla Denise Betsema.

Soltanto quindicesima Alice Maria Arzuffi che perdeva la leadership della classifica open scavalcata dalla stessa Cant e dalla sua compagna di squadra Worst.

Ancora una volta per la brava Arzuffi sono state fatali le caotiche fasi della partenza con la confusione creata in un tratto scivoloso in contro pendenza, tratto assai difficile risultato invece congeniale alla Lechner, partita come sempre in grande stile.

La giovane olandese Ceylin Del Carmen Alvarado (giunta nona assoluta) consolida il suo primato nella classifica Under 23.

Nelle categorie giovanili ancora in evidenza l‘allievo di secondo anno Lorenzo Masciarelli, giunto quinto nella gara vinta da Matyas Fiala, rappresentante della Repubblica Ceca.

Altri giovani italiani hanno fatto esperienza in questo speciale contesto e tra questi gli Juniores Manuel Capra e Gabriele Torcianti, oltre gli allievi di secondo anno Enrico Dalla Cia e Matteo Orlando, così come l’allievo di primo anno Jacopo Franzoi, tutti in forza al team Asd Gc Bamnnia.

Con questa gara di Diegem, vinta tre volte da Daniele Pontoni (1993, 1995 e 1996) si conclude l’anno 2018 e, pertanto, auguriamo a tutti un felice anno nuovo.

AlfredoVittorini

Open uomini

1. Mathieu Van der Poel (Ola, Circus-Corendon) 1h03’06”; 2. Michael Vanthourenhout (Bel, Marlux) 14”; 3. Toon Aerts (Bel, Telenet Fidea Lions) 39”; 4. Lars Van der Haar (Ola, Telenet Fidea Lions) 43”; 5. Wout Van Aert (Bel, Cibel-Cibon) 56”; 6. Kevin Pauwels (Bel) 1’05”; 7. Quentin Hermans (Bel) 1’12”; 8. Joris Nieuwenhuis (Ola) 1’22”; 9. Laurens Sweeck (Bel) 1’29”; 10. Jens Adams (Bel) 1’34”; 20. Gioele Bertolini (Selle Italia Guerciotti Elite) 3’20”; 33. Jakob Dorigoni (Selle Italia Guerciotti Elite) 6’53”

Open donne

1. Sanne Cant (Bel, Corendon-Circus) 41’27”; 2. Annemarie Worst (Ola, Steylaerts-777) 2”; . Denise Betsema (Ola, Marlux) 3”; 4. Eva Lechner (Ita, Creafin-Tuv Sud) 6”; 5. Maud Kaptheijns (Ola, Crelan-Charles) 33”; 6. Laura Verdonschot (Bel) 46”; 7. Nikki Brammeier (Gb) 52”; 8. Christine Majerus (Lux) 56”; 9. Ceylin Del Carmen Alvarado (Ola) 1’13”; 10. Jolanda Neff (Svi) 1’16”; 15. Alice Maria Arzuffi (Ita, Steylaerts-777) 1’28”; 41. Letizia Brufani (Ita, Asd Gs Lu Ciclone)

Juniores

1. Witse Meeussen (Bel) 37’55”; 2. Ben Tullet (Gb) 1”; 3. Ryan Ccortiens (Bel) 8”; 4. Ward Huybs /Bel) 7”; 5. Lewis Askey (Gb) 23”; 27. Manuel Capra (Lagorai Bike) 3’03”; 46. Gabriele Torcianti (Bici Adventure team) 5’18”

Allievi 2° anno

1. Matyas Fiala (R. Ceca, Ez Cyclo team Tabor) 30’47”; 2. Tibor del Grosso (Ola, Callant-Doltcini) 1”; 3. Mathis Avondts (Bel, Iko-Beobank) 33”; 4. Matj Stransky (R. Ceca, Ivar Cs Author team) 33”; 5. Lorenzo Masciarelli (Ita, Callant-Doltcini) 42”; 19. Enrico Dalla Cia (Ita, Asd Gc Bannia) 3’41”; 27. Matteo Orlando (Ita, Asd Gc Bannia) 4’47”