15 Gennaio Gen 2019 1858 7 months ago

I campioni nazionali, a Otegem show di Van der Poel

Tra le donne brinda Betsema, sesta Alice Maria Arzuffi

Vdpvola

All’indomani dei campionati nazionali, di ciclocross disputatisi in ambito europeo lo scorso fine settimana, il calendario internazionale Uci ha offerto un’immediata occasione agonistica con la tradizionale gara di Otegem (Belgio) collocata, non a caso, il giorno dopo le diverse rassegne nazionali.

Il campione europeo Mathieu van der Poel (Corendon-Circus), confermatosi campione olandese per il quinto hanno consecutivo, non si è lasciato sfuggire l’occasione per firmare la sua venticinquesima vittoria stagionale precedendo di 48” il campione del mondo Wout Van Aert (Cibel-Cibon) e di 50” il neo campione belga Toon Aerts (Telenet Fidea Lions), succeduto allo stesso Van Aert nell’albo d’oro del campionato nazionale belga.

La gara di Otegem è stata movimentata inizialmente dal sempre vivace Laurens Sweeck al seguito del quale si portavano tempestivamente Van der Poel, Van Aert, Daan Soete e Nicolas Cleppe mentre Aerts, molto festeggiato prima della partenza, cedeva qualche posizione.

Un salto di catena metteva fuori gioco Sweeck mentre Aerts recuperava posizioni ma, nel frattempo (quarto di undici giri) Van Aert e Van der Poel acceleravano in tandem creando una discreta selezione alle loro spalle.

Ma un errore a metà gara di Van Aert veniva colto come propizio da Van der Poel che iniziava la sua ennesima cavalcata solitaria infliggendo alla fine distacchi significativi a tutti i suoi avversari.

Van Aert, ancora una volta secondo, riusciva a contenere a stento il recupero di Aerts ed insieme rendevano onore sul podio all’incontenibile fuoriclasse olandese.

Nella gara Elite donne la venticinquenne olandese Denise Betsema s’imponeva con 12” di vantaggio sulla belga Loes Sels e 15” sulla sua giovane connazionale Ceylin Del Carmen Alvarado mentre l’americana Katherine Compton restava ai piedi del podio per una manciata di secondi rispetto alla Alvarado.

Nella top five anche la matura britannica Helen Wyman sulla scia della quale concludeva in sesta posizione la nostra brava e generosa Alice Maria Arzuffi.

Soltanto nona a 1’45” l’iridata Sanne Cant, confermatasi campionessa nazionale per la decima volta, cosa che è riuscita anche alla bolzanina Eva Lechner nella rassegna tricolore disputatasi all’Idroscalo di Milano e coincidente con la quarantesima edizione del Gran premio Guerciotti.

Qui di seguito riassumiamo i risultati dei campionati nazionali disputatasi lo scorso fine settimana precisando che, per motivi ambientali (collocazione geografica), alcune nazioni avevano anticipato le loro competizioni nazionali.

E’ il caso di Estonia (13/10), Islanda (27/10), Canada (10/11), Norvegia (18/11), Slovacchia (2/12), Giappone (9/12), Repubblica Ceca (categoria Juniores 15/12), Usa (16/12) e Romania (22/12).

Alfredo Vittorini


I CAMPIONI NAZIONALI

ELITE UOMINI

Belgio: Toon Aerts
Olanda: Mathieu Van der Poel
Francia: Clement Venturini
Germania: Marcel Meisen
Lussemburgo: Vincent Dias Dos Santos
Gran Bretagna: Tom Pidcock
Svizzera: Timon Ruegg
Italia: Gioele Bertolini
Repubblica Ceca: Michael Boros
Spagna: Felipe Orts Lloret
Danimarca: Sebastian Fini Carstensen
Polonia: Marek Konwa
Austria: Gregor Raggl
Ungheria: Balasz Vas
Portogallo: Marcio Fernando Santos Barbosa

ELITE DONNE

Belgio: Sanne Cant
Olanda: Lucinda Brand
Francia: Caroline Mani
Germania: Elisabeth Brandau
Lussemburgo: Christine Majerus
Gran Bretagna: Nikki Brammeier
Svizzera: Jolanda Neff
Italia: Eva Lechner
Repubblica Ceca: Pavla Havlikova
Spagna: Aida Nuno Palacio
Danimarca: Caroline Bohe
Polonia: Barbara Borowiecka
Austria: Nadja Heigl
Ungheria: Blanka Vas
Portogallo: Ana Mafalda Sa Santos