12 Gennaio Gen 2020 1844 8 months ago

Tricolori Schio - Il titolo è affare per Dorigoni, Lechner, Folcarelli, Baroni, De Pretto e Bramati

Si chiude tra applausi, spettacolo e grandi conferme l'edizione 2020 dei Campionati Italiani di Ciclocross

Schio Dorigoni

Schio - La terza ed ultima giornata dei Campionati italiani di ciclocross organizzata dal Gruppo Sportivo Schio Bike Asd del presidente Edoardo Sandri, ha visto gli agonisti affrontarsi a viso aperto nella gara che vale una stagione. Davanti ad un pubblico delle grandi occasioni e su un tracciato spettacolare i biker più esperti hanno dato vita a quattro gare entusiasmanti in cui sono emersi gli atleti più in forma.

E' stata una manifestazione seguitissima e baciata dal sole con le Autorità sportive e civili che hanno apprezzato l'impegno organizzativo del Gruppo sportivo Schio Bike Asd che alla fine ha ricevuto i complimenti da più parti. E' stato un campionato italiano all'altezza della richiesta del movimento. Con queste ultime sei maglie (delle 27 complessivamente in palio) si conclude la rassegna tricolore del ciclocross 2020 griffata Schio Bike Asd che ha visto numeri record per quanto riguarda la partecipazione del esordienti e degli allievi (242) con 316 società presenti. Un tricolore baciato dal sole che ha visto i dirigenti del Gruppo sportivo Schio Bike Asd superare ampiamente l'esame sotto l'aspetto organizzativo, logistico con una proposta ed un percorso di gara ampiamente apprezzato dal movimento del ciclocross intero, un movimento in crescita che fa ben sperare per il futuro di questo spettacolare ed impegnativo sport.

"Ringrazio di cuore chi ha creduto a questo progetto che siamo riusciti a concretizzare grazie alla disponibilità dell'Amministrazione comunale, di qualche sponsor ma soprattutto dalla generosità del mondo delle Associazioni di volontariato che ci hanno supportato in questi tre giorni di gara. E' stata un'esperienza gratificante per il territorio e spero - afferma Edoardo Sandri presidente del Gruppo Sportivo Schio Bike Asd - che anche il nostro impegno possa portare alla città di Schio nel 2022 l'ambito titolo di "Schio città europea per lo sport". E' stato un viaggio impegnativo ma con le gratificazioni e i complimenti che abbiamo ricevuto da più parti, che condivido anche con i miei collaboratori, il bilancio della rassegna tricolore è sicuramente positivo: lo dicono in primis le cifre della partecipazione (996 iscritti compessivamente) di un movimento in crescita ma lo testimonia ancor di più il fatto che anche un piccolo gruppo sportivo sia in grado, anche con mezzi e fondi limitati, di esprimere una qualità organizzativa non di poco conto".

Si chiude tra applausi, spettacolo e grandi conferme la terza giornata dei Campionati Italiani di Ciclocross. Conferme come il talento di Jakob Dorigoni, che ha messo la sua firma sulla prova Elite (nonostante avrebbe potuto gareggiare tra gli (23): in quel di Schio, ha letteralmente dominato la gara, costringendo Gioele Bertolini e Nicolas Samparisi ad accontentarsi rispettivamente dell'argento e del bronzo, "inchinandosi" di fronte al più forte crossista d'Italia.

La prova tricolore riservata alle ragazze ha visto invece gioire Eva Lechner tra le Élite, Francesca Baroni nella categoria U23 e la figlia d’arte Lucia Bramati tra le Junior. La campionessa europea Lechner conquista così il suo undicesimo titolo italiano, anticipando la rivale di sempre, Alice Maria Arzuffi, mentre Alessia Bulleri con la terza posizione completa il podio. La Baroni torna a indossare il tricolore tre anni dopo Silvelle 2017 (vincitrice tra le juniores), battendo Sara Casasola e Gaia Realini.

Tra gli Under 23 lo scettro va a Antonio Folcarelli, il nuovo campione d’Italia di ciclocross. Il giovane, classe 1998, va a segno e si conferma dopo un'annata in costante crescita. Il successo è arrivato con 13'' di vantaggio su Davide Toneatti e di 43″ Marco Pavan. Ritirato, invece, il grande favorito della vigilia Filippo Fontana, coinvolto in una maxi caduta durante la partenza.

Per Folcarelli è il primo grande successo nella sua giovane e promettente carriera. Quest’anno, ad ogni modo, aveva dato prova del suo valore non solo nelle gare nazionali, ma anche in Belgio, dove ha ottenuto una top-20 nella tappa di Coppa del Mondo U23 di Namur. Solo Fontana e Dorigoni, tra gli U23, hanno saputo fare meglio in campo internazionale.

Davide De Pretto è invece il nuovo campione italiano nella categoria Juniores. Il vicentino che risiede a Piovene, a dieci chilometri da Schio dove si sono disputati i tricolori, ha vinto oggi anticipandoLorenzo Masciarelli e Ettore Loconsolo.

QUI tutte le classifiche complete

(Foto Cailotto)