9 Novembre Nov 2020 1512 15 days ago

Trofeo Romano Scotti - A Cerveteri successo di Samparisi e Bulleri

Il lavoro della associazione sportiva Tirreno Bike è stato ripagato dai quasi 350 partenti tra agonisti e master e dagli spettatori presenti. Vittorie di Camplone (Juniores), Alberti (Allievi), Capagni (Donne Allieve), Ferruzzi (Esordienti) e Coluccini (Donne Esordienti).

Screenshot 20201108 190103

CERVETERI - Domenica 8 novembre 2020, nel cuore di Cerveteri (Roma) sul litorale laziale, si è corsa la prova numero cinque del Trofeo Romano Scotti Gruppo Forte Lazio Cross. Mentre la squadra nazionale composta dal commissario tecnico Fausto Scotti, approdava in Olanda per correre la prova di campionato europeo della disciplina del fango, la macchina organizzativa romana era in moto per offrire, nonostante le molte restrizioni di questo periodo, una occasione di tipo agonistico che facesse bene al ciclismo in un momento così delicato per tutto lo sport.

Il lavoro della associazione sportiva Tirreno Bike è stato ripagato dai quasi 350 partenti tra agonisti e master e dagli spettatori presenti. “Questo è un numero importante in una fase come questa e la provenienza di team da ogni parte d’Italia, ci ha gratificato enormemente” dice Cristiano D’Annunzio di Tirreno Bike che ha lavorato a braccetto con Gianluca Capozzi e i tanti sostenitori del progetto.

Nella prova Open ha dominato Lorenzo Samparisi, classe 1993, alfiere di KTM Alchemist Powered by Brenta Dama Selle SMP. In seconda piazza troviamo il fratello Nicolas. Entrambi sono atleti multidisciplina che da tempo praticano il ciclocross con successo ma anche la mountain bike e l’attività su strada. Pensiamo al recente risultato di Nicolas Samparisi, nella top five del campionato italiano marathon alla Capoliveri Legend Cup di quest’anno. Il terzo gradino del podio di giornata lo ha raggiunto Luca De Nicola (S.S. Lazio Ciclismo), proveniente da una realtà associativa, molto attenta alla cura del vivaio giovanile grazie ai suoi sforzi e al lavoro del padre Felice. Quarta posizione di classifica e prima piazza Under23 per Philippe Mancinelli, l’italofrancese cresciuto nella Cycling Cafè Racing Team. Al quinto posto c’è Marco Carozzo della Cycling Team Zerosei.

Tra le donne, il successo è della toscana Alessia Bulleri, in forza nel team romano Cycling Cafè Racing T. Dietro l’elbana si piazza Marta Zanga, quota rosa della KTM Alchemist Powered By Brenta Dama Selle SMP e risulta anche prima delle Under23. Terzo gradino occupato da Sara Sciuto di Punto Bici Aprilia. Beatrice Margherita Oggero è prima delle donne Juniores, toscana con la uniforme di Elba Bike.

Tra gli Juniores, vittoria dell’abruzzese Luciano Camplone. La maglia è quella del Team Race Mountain Folcarelli da questa stagione. Secondo posto della categoria occupato da un altro ragazzo cresciuto nel team di Massimo Folcarelli, si tratta di Federico De Paolis, campione italiano uscente dalla schiera degli Allievi di secondo anno. Terzo classificato Giovanni Eugenio Costalla del Cicloteca Team.

Vittoria di Tommaso Alberti di Elba Bike tra gli allievi, Simone Vari (Race Mountain Folcarelli Team) ottiene il secondo posto della categoria mentre Alessio Giannelli della Olimpia Valdarnese, chiude il podio.

Tra le donne allieve è trionfo per Sofia Capagni (Race Mountain Folcarelli Team) seguita da Martina Parotto (Punto Bici) e da Valentina Gentili, quest’ultima vetrallese, compagna di Sofia e in forza al team di Folcarelli da oramai due stagioni.

La corsa degli Esordienti ha visto il successo al maschile di Emanuele Ferruzzi (Asd Cronoeventi) mentre tra le ragazze primeggia Angelica Coluccini di San Miniato Ciclismo Asd.

A rendere omaggio alla manifestazione e agli atleti partecipanti è stato Renato Di Rocco, Presidente della Federazione Ciclistica Italiana. Vedere che il ciclismo muove ancora le persone nel rispetto delle regole è stato di conforto per tutti, ha sostenuto Mauro Tanfi, presidente del Comitato regionale F.C.I. del Lazio, presente alla cerimonia protocollare di premiazione degli agonisti. Non sono mancati altri ospiti di spicco del panorama ciclistico nazionale come Agildo Mascitti, noto direttore di gara per il settore strada. Ai rappresentanti della federazione si è aggiunta Federica Battafarano, assessore allo sport del comune di Cerveteri e la giornata si è conclusa coi festeggiamenti proposti al microfono, dallo speaker Gianluca Babusci per tutte le categorie master all’arrivo delle singole batterie. Nella fascia 1, ovvero quella degli Elite Sport, M1, M2, M3, i podi sono stati raggiunti da Leonardo Caracciolo (ELMT di Triono Racing Centro Bici), Adriano Luciano (M1 di CPS Professional), Fabrizio Trovarelli (M2 di Asd Bike Lab scuola Ciclismo) e da Domenico Ponzo (M3 di Piesse Cycling Team). La fascia 2 è quella dove domina il tempo record di Massimo Folcarelli. In categoria M4 troviamo il nome della Race Mountain Folcarelli Team, in categoria M5 è Marco Gorietti, umbro della U.C. Petrignano ad avere la meglio, tra gli M6 vittoria di Mauro Tursi della Loris Bike mentre nella M7, il primo atleta al traguardo è Massimo Guiducci tesserato da questa stagione con Race Mountain Folcarelli Team. Il podio tra le donne master è tutto per Sara Mazzorana (Team Cingolani), unica nella categoria elite woman sport, ma bene inserita nel ritmo della gara dove ha superato molte delle atlete agoniste.

Il trofeo laziale giunge oramai al giro di boa del calendario e il prossimo appuntamento sarà quello del campionato regionale della disciplina ciclocross, per cui si cerca una nuova location. Purtroppo le autorità di Soriano nel Cimino non hanno autorizzato lo svolgimento della manifestazione del 15 novembre. Gli aggiornamenti e le classifiche complete del trofeo sono pubblicate nella pagina social (FB) Lazio Cross.