13 Gennaio Gen 2024 1627 one month ago

Tricolori Ciclocross - A Cremona laureati i campioni amatoriali

Sono stati gli amatori ad aprire questa mattina il fine settimana tricolore del 44° Gran Premio Mamma e Papà Guerciotti, gara di ciclocross organizzata al Parco al Po di Cremona dalla FAS Airport Services Guerciotti Premac

Il Podio Con Tutti I Vincitori Delle Prove Riservata Ai Fascia 3 E Alle Donne Master

CREMONA (CR) – Sono stati gli amatori ad aprire questa mattina il fine settimana tricolore del 44° Gran Premio Mamma e Papà Guerciotti, gara di ciclocross organizzata al Parco al Po di Cremona dalla FAS Airport Services Guerciotti Premac, in collaborazione con il CC Cremonese 1981, valida per l’assegnazione dei titoli italiani di specialità.

Diciassette le categorie in gara, che hanno visto salire sul gradino più alto del podio: Marcello Merlino (Bikespace), Antonio Macculi (Team Cingolani), Samuel Mazzucchelli (STM Asd), Marco Del Missier (Bandiziol Cycling Team), Carmine Del Riccio (Sunshine Racers Asv Nals), Massimo Folcarelli (Race Mountain Folcarelli Team), Stefano Nicoletti (Emiliana Bike), Corrado Cottin (Team Benato), Giovanni Parro (Zero 5 Bike Team), Linda Fischnaller (Torpado Kenda Factory), Mery Guerrini (Team Co.Bo Pavoni), Ania Bocchini (Team Cingolani), Chiara Selva (Spezzotto Bike), Lorena Zocca (Sc Barbieri), Paola Maniago (Sorgente Pradipozzo), Eleonora Valluzzi (Loco Bikers) e Luisa De Lorenzo Poz (Team Estebike Zordan).

Ad attendere gli oltre 250 amatori l’insidioso tracciato disegnato dal due volte campione del mondo Vito Ditano: oltre ad alcuni nuovi passaggi tecnici, il percorso è stato reso ancora più esigente dal ghiaccio formatosi nella nottata e che si è andato sciogliendo nel corso delle gare, rendendo fangosi e viscidi i passaggi più tecnici.

Le gare Il programma tricolore è stato aperto dalla gara dei Fascia 2, che comprendeva le categorie M4 ed M5 e che vedeva al via 66 atleti. Due categorie che hanno regalato le cavalcate solitarie di Carmine Del Riccio (Sunshine Racers Asv Nals) e Massimo Folcarelli (Race Mountain Folcarelli Team).

Il molinaso del Riccio, da 21 anni residente in provincia di Bolzano, ha bagnato il suo primo campionato italiano tra gli M4 tornando sul gradino più alto del podio a distanza di due anni dall’exploit di Variano di Basiliano e centrando così la sua 12° maglia tricolore nella specialità del cross. Al suo fianco Gianpiero Dapretto (Federclubtrieste-Tecnoedile) e Simone Gambarelli (Salus Seregno).

Nuova categoria ed ennesimo trionfo agli Italiani per il corridore della provincia di Latina Massimo Folcarelli (classe 1974), che allunga il filotto di maglie tricolori, salito a quota 26. Il papà d’arte (suo figlio Antonio quest’anno ha vinto il Giro d’Italia Ciclocross tra gli Elite) si è lasciato alle spalle il lombardo Ivan Testa (Vam Race) e il modenese Davide Montanari (Spilla Team). Il protagonista della prova dei Fascia 3, con 73 atleti al via delle categorie M6, M7, M8 e delle master women, è stato Stefano Nicoletti (Emiliana Bike), emiliano classe 1967 in grado di prendere il largo già nella prima delle cinque tornate in programma. Per lui una cavalcata trionfale a Cremona che gli ha permesso di conquistare il titolo italiano precedendo di oltre un minuto e mezzo Biagio Palmisano e Flavio Zoppas. Bel quarto posto assoluto per Corrado Cottin, che ha confermato i favori dei pronostici aggiudicandosi il suo primo titolo italiano in carriera, mentre tra gli M8 a primeggiare è stato Giovanni Parro (Zero 5 Bike Team).

Ha confermato i pronostici della vigilia anche Chiara Selva (Spezzotto Bike), prima tra le Master Women e capace di proseguire il filotto tricolore iniziato a Vittorio Veneto nel gennaio 2013. Festa anche per le altre atlete, vincitrici delle varie categorie amatoriali: Linda Fischnaller (elite master woman), Mery Guerrini (Donne Master 1), Ania Bocchini (Donne Master 2), Lorena Zocca (Donne Master 4), Paola Maniago (Donne Master 5), Eleonora Valluzzi (Donne Master 6) e Luisa De Lorenzo Poz (Donne Master 7).

Pronostici confermati anche nell’ultima gara, quella dei Fascia 1 (Elite Master, M1, M2 e M3), a cui hanno partecipato 80 atleti. Il primo a tagliare il traguardo dopo 57 minuti e 33” è stato l’alessandrino Marcello Merlino (Bikespace), che ha preceduto tra gli Elite Master Alessandro Sereni e Michele Maresciutti rifacendosi della piazza d’onore di Ostia Antica 2023. Maglie tricolori che restano invece sulle spalle del marchigiano Antonio Macculi, primo tra gli M1, e del friulano Marco Del Missier (M3), mentre tra i Master 2 a fare festa è stato Samuel Mazzucchelli, già a segno nella rassegna tricolore del gennaio del 2021 a Lecce.

Nel pomeriggio i Campionati Italiani Ciclocross di Cremona proseguiranno con le due prove del Team Relay: quella riservata ai team amatoriali e quella riservata alle formazioni agonistiche: chiamati a difendere il titolo conquistato un anno fa a Ostia Antica saranno la Race Mountain Folcarelli e il Team Guerciotti.