3 Febbraio Feb 2024 1647 29 days ago

MONDIALI CICLOCROSS - Sesta Casasola tra le Elite

L'azzurra sfiora la top 5 malgrado gli strascichi di un'influenza - Italia poco brillante nelle prove junior femminile ed u23 maschile

Casasola Elite Tabor

TABOR (03/02) - Prosegue il weekend di ciclocross a Tabor, sede dell’edizione 2024 del Campionato del mondo della disciplina fuoristrada. Dopo la staffetta a squadre di apertura che ha visto il successo della Francia, oggi al via le prime prove individuali con tre corse in programma per questa seconda giornata di cross in Repubblica Ceca. Nessuna medaglia per l’Italia, risultata poco brillante nelle prime due prove (donne junior e uomini under 23). Bel risultato invece tra le donne Elite, con Sara Casasola che chiude la gara al sesto posto malgrado gli strascichi di un’influenza che ieri l’ha costretta a saltare il Team Relay.

DONNE ELITE – Risultato come da pronostico tra le donne Elite e ad essere incoronata è ancora l’olandese Fem Van Empel, che bissa il successo mondiale dello scorso anno. L’atleta classe 2002 ha confermato le previsioni trionfando di fronte alle connazionali Lucinda Brand e Puck Pieterse, al traguardo con oltre un minuto di distacco. Buona prova di Sara Casasola, che nonostante uno stato di salute non ottimale si piazza in sesta posizione. “Ho rischiato di non partire” dice l’azzurra a fine gara. E aggiunge: “Oggi per fortuna stavo meglio e ho potuto fare una buona gara nonostante mi mancasse un po’ di potenza. Sono calata un po’ sul finale ma sono contenta così”.

Il commento del CT Daniele Pontoni: “Un sesto posto che fino all’ultimo avrebbe potuto essere anche qualcosina di più, e considerando che abbiamo anche pensato di non farla partire, è un bel piazzamento. Rimane comunque un risultato in linea con le sue prestazioni di tutta la stagione”.

DONNE JUNIOR - Il titolo juniores al femminile è stato assegnato alla francese Célia Gery, che già si era aggiudicata la Coppa del Mondo di categoria. Tutto il potenziale mostrato nel corso della stagione si è confermato anche a Tabor, trionfando nel duello con la britannica Cat Ferguson. Ad avere la meglio è stata l’atleta francese con un ultimo giro di potenza e una volata ben riuscita. Terza posizione per la slovacca Viktoria Chladonova. Migliore tra le azzurre Elisa Ferri, 18esima al traguardo a +3’19’’. Trentottesima invece Ilaria Tambosco a +4’58” da Gery.

UOMINI UNDER 23 – Tra gli uomini U23 a infilare la maglia iridata è l’olandese Tibor Del Grosso, che colpisce nel segno dominando la corsa con un distacco di 27″ sul belga Emiel Verstringe. Bronzo all’altro fiammingo Jents Michels, che perde la volata per l’argento con il connazionale. Tra le fila azzurre il migliore al traguardo è Luca Paletti, 27esimo, seguito da Filippo Agostinacchio, 29esimo.

Valentina Vercillo