COPPA ITALIA GIOVANILE CICLOCROSS

Comunicato N. 32 del 28 novembre 2014

SETTORE FUORISTRADA                                                                   Milano, 27 novembre 2014

 

COMUNICATO N. 032

 

COPPA ITALIA GIOVANILE CICLOCROSS 2014/2015

 

Con Delibera Presidenziale n. 89 del 27 novembre 2014, che dovrà essere ratificata al prossimo Consiglio Federale, è stato approvato quanto segue:

 

Capitolato e Bando per assegnazione:

COPPA ITALIA GIOVANILE CICLOCROSS  per Comitati Regionali 2014/’15

 

1.Tipologia dell’ evento

 

1.1       L’evento prevede l’organizzazione di gare che assegnano la COPPA ITALIA GIOVANILE CICLOCROSS per Comitati Regionali, che saranno in Gara con Rappresentative formate da Atleti/e delle categorie ES/ED/AL/DA

 

1.2       L’assegnazione della COPPA ITALIA GIOVANILE CICLOCROSS per Comitati Regionali è di esclusiva competenza del Consiglio Federale.

 

1.3       L’ evento dovrà essere organizzato, nelle sue varie parti, aspetti e modalità, secondo i Regolamenti Tecnici FCI, tenuto conto delle indicazioni integrative contenute nel capitolato che è allegato al presente schema d’atto e che ne costituisce parte integrante.

 

1.4       La prova unica della COPPA ITALIA GIOVANILE CICLOCROSS per Comitati Regionali dovrà essere organizzata in data unica entro l’anno 2014.

 

2. Tipologia del soggetto organizzatore

 

2.1       Possono organizzare la COPPA ITALIA GIOVANILE CICLOCROSS per Comitati Regionali

Società Ciclistiche, affiliate alla FCI;
Associazioni di società (anche in forma temporanea) affiliate alla FCI;
Consorzi di società (anche in forma temporanea) affiliati alla FCI;
Comitati Organizzatori specificatamente costituiti per l’evento, purché abbiano al proprio interno uno o più soggetti affiliati alla FCI.

 

E comunque organizzatori con comprovata esperienza nell’organizzazione di eventi ciclocrossistici.

 

E condizione essenziale per poter organizzare un evento di cui all’art. 1.1, che sia espresso il parere del Comitato Regionale competente per territorio del luogo ove viene allestita la manifestazione.

 

3. Obblighi dell’Ente

 

3.1       Il soggetto organizzatore dovrà provvedere all’approntamento di tutti i servizi tecnici, dei beni e delle infrastrutture previsti nei regolamenti tecnici e nel capitolato di cui al punto 1.2, nonché all’assunzione degli oneri economici indicati nel capitolato medesimo e negli articoli successivi del presente schema.

 

4. Diritti di sfruttamento economico, pubblicità e mezzi audiovisivi

 

4.1       Fermo restando il diritto della Federazione Ciclistica Italiana ad usufruire, durante lo svolgimento degli eventi, di adeguati spazi pubblicitari (da concordare con gli organizzatori) per i propri sponsor, il soggetto Organizzatore acquisirà ogni diritto di sfruttamento (salvo quanto previsto ai successivi punti) afferente all’evento organizzato ed in virtù di ciò gestirà direttamente, o tramite proprie strutture delegate, le attività di marketing, di sfruttamento dell’immagine e di sponsorizzazione connesse alla manifestazione.

 

4.2.      Il soggetto Organizzatore potrà procedere, per il reperimento dei fondi necessari a sopportare il costo dell’organizzatore della manifestazione anche all’acquisizione di contratti di sponsorizzazione e pubblicità, nel rispetto delle limitazioni di cui alle norme vigenti in materia e nei limiti previsti dai Regolamenti federali e dal CONI.

 

4.3.      Al soggetto Organizzatore sarà concessa la possibilità di sub-cedere, anche a titolo oneroso, ad una emittente televisiva operante nell’ambito del solo proprio territorio regionale e senza possibilità di interconnessione diretta o differita con altre emittenti operanti al di fuori della regione stessa in cui si svolgono i Campionati Italiani, le immagini della manifestazione, purché autonomamente riprese, con esclusione di quelle eventualmente prodotte e realizzate dalle Reti televisive alle quali la FCI ha ceduto i diritti di telediffusione.

 

5. Presentazione delle domande e versamento della cauzione provvisoria

 

5.1       I soggetti interessati alla assegnazione dell’organizzazione della COPPA ITALIA GIOVANILE CICLOCROSS per Comitati Regionali , dovranno presentare domanda entro il 5 dicembre 2014 dettagliando:

 

5.1.1

Progetto tecnico, sulla base delle indicazioni previste dai regolamenti e dalle disposizioni FCI, nel quale siano specificate le caratteristiche tecniche del percorso e relative infrastrutture;

 

5.1.2.

Progetto organizzativo nel suo complesso, con l’indicazione e la descrizione (anche in termini economici) delle sistemazioni logistiche per i concorrenti delle Rappresentative Regionali, le squadre, la stampa, i Giudici di gara ed i dirigenti;

 

5.1.3.

Progetto di comunicazione esterna e di ogni altra eventuale iniziativa collaterale ed integrativa (a discrezione del soggetto proponente) che si intende allestire parallelamente all’evento;

 

5.1.4.

Copia del capitolato tecnico della FCI controfirmato e timbrato in ogni sua pagina per accettazione dal soggetto richiedente;

 

5.1.5.

Il parere del Comitato Regionale della FCI competente per territorio, ove si propone far svolgere l’evento;

 

Nella domanda di partecipazione il soggetto deve specificare:

 

5.1.6.

La manifestazione per la quale presenta la domanda di assegnazione;

 

5.1.7.

La propria tipologia sociale (Società affiliata alla FCI, Consorzio di Società, Comitato organizzatore);

 

5.1.8.

Ogni altro dato necessario alla identificazione, ivi compreso il codice fiscale e la partita IVA;

 

 

5.1.9.

La dichiarazione di accettazione, incondizionata e senza riserva alcuna, delle decisioni che saranno adottate dalla FCI in merito all’organizzazione della manifestazione.

 

 

 

 

6. Criteri di assegnazione

 

6.1.      Il Settore Fuoristrada e la Commissione Ciclocross provvederanno a verificare in via preliminare la sussistenza dei requisiti di ammissibilità all’assegnazione di ciascun soggetto concorrente, e, quindi, ad esaminare i progetti ammessi.

Solo le proposte di assegnazione rispondenti ai requisiti verranno sottoposte all’esame del Consiglio Federale per la definitiva assegnazione dell’evento.

 

6.2.      Il giudizio della Commissione dovrà quindi essere completato tenendo conto dei seguenti elementi:

 

6.2.1     della validità del progetto tecnico, del progetto organizzativo e del progetto di comunicazione presentato da ciascun proponente;

 

            6.2.2.    della idoneità del percorso;

 

            6.2.3.    delle sistemazioni logistiche di cui si potranno avvalere i partecipanti;

 

            6.2.4.    delle precedenti esperienze organizzative;

 

            6.2.5.    del maggior numero di gare nazionali richieste.

 

6.3.      Il Settore Fuoristrada, può disporre l’effettuazione di specifici sopralluoghi sui percorsi indicati, anche delegando per tale compito esperti di propria fiducia, esterni alla Commissione Ciclocross. I Comitati Regionali territorialmente interessati a tali eventuali sopralluoghi hanno la facoltà di presenziare con propri rappresentanti.

 

6.4.      In presenza di un’unica candidatura, la stessa, se rispondente ai requisiti valutati dalla Commissione Ciclocross, verrà sottoposta all’approvazione del Consiglio Federale.

 

6.5.      Il Settore Fuoristrada, nel corso dell’esame delle proposte pervenute, avrà facoltà di chiedere delucidazioni ed informazioni ai soggetti proponenti.

 

6.6.      Le proposte di assegnazione che saranno adottate dalla Commissione Ciclocross saranno sottoposte all’esame del Consiglio Federale della FCI. Tale organo deliberativo, in base alle esigenze connesse alla linea politica e strategica della FCI, potrà disattendere le indicazioni della Commissione Ciclocross di assegnazione e deliberare in modo difforme o disporre di non dare luogo allo svolgimento della COPPA ITALIA GIOVANILE Ciclocross, senza che i soggetti che abbiano formulato offerta possano vantare alcun diritto.

 

7. Accordo definitivo

 

La Segreteria Generale della FCI darà comunicazione ufficiale al soggetto aggiudicatario come da delibera disposta dal Consiglio Federale.

 

8. Rinuncia ed inadempimento

 

Nel caso l’assegnatario rinunci all’organizzazione dell’evento, questo dovrà corrispondere alla FCI una penale come da R.T.

 

9. Recesso della FCI

 

La FCI si riserva il diritto, a proprio libero ed insindacabile giudizio di non dare corso ad una edizione della manifestazione anche dopo l’assegnazione. La manifestazione potrà comunque essere annullata, qualora comprovate cause di forza maggiore non imputabili alla volontà del soggetto assegnatario e della FCI, impediscano di fatto lo svolgimento dell’evento.

 

Per accettazione delle pattuizioni nel presente capitolato (*)

 

Firma (**)_______________________

 

Timbro del Soggetto proponente

 

Data _______________lì ____/____/2014

 

 (*)su ogni pagina del presente schema deve essere riportata la sigla del legale rappresentante il soggetto proponente, nonché deve essere apposto il timbro dello stesso soggetto

 

(**)la firma deve essere preceduta, scritto in stampatello o comunque in modo leggibile, dal Cognome e dal Nome del rappresentante il soggetto proponente.

 

ONERI PREVISTI PER L’ORGANIZZZIONE

Coppa Italia Giovanile CICLOCROSS per Rappresentative CCRR 2014/’15

 

 

1. CONTRIBUTI FEDERALI

A carico della FCI: montepremi totali e rimborsi spese a favore dei CC.RR. per un totale pari a € 5'000,00 per la COPPA ITALIA GIOVANILE Ciclocross per Comitati Regionali.

 

2. TASSA CALENDARIO

Tassa FCI € 450,00 per giornata di gara

 

3. PREMI

Per ciò che concerne il montepremi l’organizzatore deve provvedere a liquidare sul posto i premi indicati.

 

Tabella Federale 59A per le categorie ES/ED/AL1/AL2/DA1/DA2 (670,00€)

 

4. ASPETTI ORGANIZZATIVI

Regolamenti e disposizioni tecniche in vigore, emanate dalla Federazione Ciclistica Italiana.

 

A carico della società organizzatrice la predisposizione del percorso in modo tale che sia garantita la massima sicurezza ai partecipanti, all’approntamento ed al relativo funzionamento di tutti i servizi tecnici necessari quali:

 

sala stampa;

 

ufficio stampa;

 

segreteria organizzazione;

 

assistenza giuria;

 

cronometraggio

 

assistenza medica e pronto soccorso, collegamento con un ospedale in prossimità per interventi di emergenza e di rianimazione, disponibilità di n. 1 Medico di Gara e di n.1 ambulanza presso il  circuito per tutto il programma gare compreso le fasce di allenamento ufficiali;

 

segreteria della manifestazione;

 

gestione risultati ufficiali e preparazione comunicati ufficiali di gara;

 

palco adiacente alla linea di arrivo (da rispettare la zona di sicurezza) per circa 8 posti a sedere, munito di elettricità e tavoli per cronometristi, speaker e segretario di giuria;

 

piccolo palco per i cronometristi a bordo campo in prossimità del palco Giuria;

 

locale controllo anti-doping;

 

locale per verifica tessere e riunione tecnica;

 

box per deposito materiale per le Rappresentative Regionali;

 

box sul campo con sedie sufficienti per le Rappresentative Regionali;

 

fotocopiatrice per comunicati (sala stampa);

 

caselle per comunicati suddivisi per Regione;

 

possibilità di affissione di tutti i comunicati;

 

contagiri e campana;

 

podio e bandiera nazionale;

 

medaglie d’oro, argento e bronzo per tutti i 7 Atleti dei primi 3 Comitati Regionali

 

dorsali per i corridori: numeri neri su sfondo bianco, 1 dorsale e 2 adesivi a casco per atleta;

 

A carico della società organizzatrice il ricevimento degli atleti, delle Rappresentative, dei dirigenti e della stampa, compreso l’individuazione e relativa disponibilità di alberghi, pensioni e ristoranti che propongano ai partecipanti della Coppa Italia Giovanile Ciclocross i propri servizi a prezzi convenzionati;

 

 

La società organizzatrice dovrà assicurare l’ospitalità ufficiale a:

 

Collegio di Giuria, Ispettore Antidoping, Medico Antidoping, rappresentante STF, rappresentante FCI , n. 2 Commissari Tecnici, e per ogni singola Rappresentativa di ogni Comitato 7 Atleti + 2 Accompagnatori.

 

(pernottamento in pensione completa per il periodo compreso dalla sera precedente il giorno di inizio della prima gara in programma al termine della manifestazione).

 

Regolamento speciale COPPA ITALIA GIOVANILE Ciclocross 2014/’15

 

Pubblicato su www.federciclismo.it

 

 

Per accettazione delle pattuizioni nel presente capitolato (*)

 

Firma (**)_______________________

 

Timbro del Soggetto proponente

 

Data _______________lì ____/____/2014

 

(*)su ogni pagina del presente schema deve essere riportata la sigla del legale rappresentante il soggetto proponente, nonché deve essere apposto il timbro dello stesso soggetto

 

(**)la firma deve essere preceduta, scritto in stampatello o comunque in modo leggibile, dal Cognome e dal Nome del rappresentante il soggetto proponente.

 

Il Presidente

SETTORE FUORISTRADA

Paolo Garniga